Basket

Happy Casa, Stone sulla sirena! Bonn battuta e prima W in Champions League!

Simone Silvestro
22.10.2019 23:14

Arriva in casa la prima vittoria Europea per L'Happy Casa Brindisi, che batte (senza John Brown fermato da un dolore alla schiena) i tedeschi del Telekom Baskets Bonn con un finale solo per cuori forti. Finisce 76-75 grazie a un canestro di Stone sulla sirena finale della gara!

L'inizio di partita è buon, con Brindisi che con Radosavljevic e Banks mette subito un buon vantaggio, senza però che Bonn si faccia intimidire dalla buona partenza. 27 a 20 è il finale di primo quarto con un ottimo Subotic per la squadra ospite.

Nel secondo quarto Brindisi tocca il +11 con il buon impatto dalla panchina di Iannuzzi, ma i tedeschi reagiscono con Frazier e Breunig e rimontano ben 11 lunghezze. A metà tempo siamo 43 pari.

Nel terzo quarto gli ospiti trovano in Polas il principale protagonista e si portano in vantaggio sul +4, che è anche lo scarto con cui inizia l'ultima frazione. 66-62.

Nell'ultimo quarto succede di tutto: Brindisi, sulla falsariga del terzo è pasticciona e sfortunata, e non trova il canestro per diversi minuti. Bonn tocca il +7 e sembra poter chiudere la partita. Arriva il momento di Zanelli: la sua bomba sblocca Brindisi, e il numero 6 ne mette ben 7 consecutivi rimettendo in corsa L'Happy Casa, che riprende fiducia con l'energia in difesa di Martin e Stone. Il finale è un punto a punto con altalena di emozioni. Brindisi sotto di 1 punto sorpassa con Martin, dall'altra parte controsorpasso di Bonn con canestro di Breunig. Time out Vitucci con 3.3 secondi da giocare. Il tiro di Martin è storto, ma un attimo prima che si accenda la stop lamp c'è la mano di Stone a sigillare i 2 punti del definitivo 76-75!

Top scorer Adrian Banks con 31 punti, ma menzione speciale per Alessandro Zanelli che ha dato la spinta decisiva per ribaltare una partita che sembrava ormai sfuggita di mano.

Domenica Brindisi è ospite di Varese, mentre tornerà a giocare in Champions Mercoledì 30 Ottobre a Digione.

Commenti

L'analisi: Assenze pesanti e ingenuità hanno privato il Brindisi di un meritato primato
GUARDA IL VIDEO - Pazzesco: Allo scadere Stone fa esplodere il PalaPentassuglia