Cronaca

SANITA’ A BRINDISI –RIPRESA DELLE ATTIVITA’ AMBULATORIALI

30.05.2020 20:25

È stata avviata la riprogrammazione delle attività ambulatoriali della Asl di Brindisi, sospese per l’emergenza Covid. Il piano fa seguito alle disposizioni della Regione Puglia sulla ripresa graduale delle attività. Gli utenti che hanno prenotazioni attive dal 9 marzo scorso sono contattati da operatori della Asl per confermare la volontà di eseguire la prestazione e concordare un nuovo appuntamento.

L’azione di “recall” riguarda le prestazioni già prenotate con codice D (differita, da eseguire entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per gli accertamenti specialistici) e P (programmata, senza priorità). Sono invece state regolarmente effettuate, durante la fase di emergenza, le prestazioni con codice U (urgenti), B (breve), 048 (malattia oncologica) e le prestazioni ostetriche.

Per quanto riguarda i prelievi di sangue, a Brindisi è stato potenziato il Centro dell’ex ospedale Di Summa che è in grado di eseguire fino a cento prelievi al giorno. Inoltre sono in fase di riattivazione anche i day service.

L’accesso agli sportelli CUP, in questa fase di recupero delle prestazioni, è riservata solo al pagamento del ticket relativo a prestazioni urgenti di pazienti che non hanno esenzione. Finché l’attività non riprenderà a regime, sono prenotabili solo prestazioni con codice U e B tramite le seguenti modalità:

  • Call center 800 888 388 attivo solo da rete fissa dalle 8.00 alle 19.00
  • Call center 080 9181603 attivo da rete fissa e da cellulare dalle 8.00 alle 19.00
  • Numero fisso 0831 537700 dalle 7.30 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00, sabato dalle 7.30 alle 12.30
  • Farmacie della provincia durante l’intero orario di apertura
  • Sito aziendale Asl Brindisi dal menù principale sezione “Servizi online” collegandosi al link https://www.sanita.puglia.it/web/asl-brindisi per disdette e pagamento del ticket.

Permangono, anche nella fase 2 dell’emergenza, alcune restrizioni per la limitazione del rischio di contagio:

  • l’accesso alle strutture sanitarie è consentito solo a chi ne ha effettiva necessità;
  • l’accesso non è consentito agli accompagnatori, fatta eccezione per minori, disabili, utenti fragili, non autosufficienti e persone con difficoltà linguistiche-culturali, nel qual caso è consentito l’accesso ad un solo accompagnatore;
  • l’adozione di tutte le precauzioni (distanziamento sociale, igiene delle mani, uso di dispositivi di protezione individuale).

La Asl Brindisi è impegnata nel garantire accessi e percorsi protetti, compresa l’attività di pre-triage telefonico e nel giorno della prestazione all’ingresso di ogni struttura.

Commenti

Guarda '100 Notizie Brindisi' del 30 Maggio
Coronavirus, prima vittima tra i calciatori: è il boliviano Guzman