Basket

Happy Casa, rimonta compiuta contro Cremona e supercoppa chiusa al terzo posto

Simone Silvestro
22.09.2019 20:54

Chiude al terzo posto la supercoppa italiana una coriacea Happy Casa Brindisi. La squadra, che all'inizio è sembrata ancora provata dalla cocente sconfitta di ieri, ha reagito ribaltando un passivo di ben 18 punti. Battuto l'ex Meo Sacchetti.

Parte meglio Cremona che prova subito a scappare andando sul 16-7. La rimonta di Brindisi è guidata da un ottimo Radosavljievic che ne mette 6 solo nel primo quarto, che si chiude 18 pari.

Nel secondo quarto Brindisi gioca a ritmi bassi e concede tanto a Cremona che arma i tiri da 3 e guidata da Tiby si porta sul +8. Di Brindisi l'unico efficace in attacco è Gaspardo e i lombardi ne approfittano: più 12 al 16' (41 a 29). Dopo il time out il copione non cambia e Brindisi sembra quasi uscire dalla partita: a metà partita il punteggio è 55 a 37. Sembra chiusa.

Nel terzo quarto invece Brindisi cambia marcia: apre subito Thompson, seguito dai canestri Martin e Gaspardo che portano il break a 4-12. Time out Sacchetti al 25' sul 59 a 49.
De Vico mette una tripla pesante, ma l'inerzia resta di Brindisi che mura gli attacchi cremonesi con una grande difesa. L'antisportivo dopo una rubata di Zanelli aiuta la rimonta. Iannuzzi ne mette 4 consecutivi e Brindisi si riporta a meno 4. Zanelli spara la bomba del meno 1 su cui si chiude il terzo quarto: 67 a 66.

In avvio di ultimo periodo solo Gazzotti segna una tripla per Cremona, e Iannuzzi e Thompson impattano a quota 70. Da 3 segna Campogrande e in contropiede schiaccia Ikangi per il massimo vantaggio Brindisi: 70 77. Cremona arma il tiro da 3 ma stavolta Brindisi la ripaga con la stessa moneta e con Martin ribadisce il più 7 a 1 minuto dalla fine. 78 a 85. Sembra finita ma una distrazione consente a Ruzzier di segnare il meno 2 in contropiede.
Il finale di falli sistematici premia Brindisi, con Zanelli che fissa il punteggio finale sull'84 a 87.

Brindisi chiude il torneo da terza, mostrando ancora ampio margine di crescita ma non lesinando come sempre la voglia di lottare.
Prossimo appuntamento la prima di campionato di giovedì in casa contro Cantù.

 

Commenti

D/H: Classifica, il Brindisi vola in testa
Capolavoro di Olivieri, ancora una volta in inferiorità numerica