Basket

Happy Casa, esordio con sconfitta onorevole contro una solida Venezia.

Simone Silvestro
27.09.2020 21:30

 Inizia con una sconfitta il cammino in campionato dell'Happy Casa Brindisi. L'avversario era dei più ostici, e si è vista sia la differenza di preparazione che la qualità dei roster. Dopo una partita molto intensa il finale dice 75-67.

Nel primo quarto inizia forte Venezia in difesa, e mette 4-0 firmato Tonut-Watt. Bell sblocca Brindisi dall'arco, ma Willis fa subito il secondo fallo ed esce sull'8-5. Le distrazioni di Brindisi concedono il primo allungo Venezia sul 13-7. Crescono Perkins ed Harrison che firma il sorpasso (13-15). Il canestro di Daye chiude il primo quarto sul 15 pari.

Nella seconda frazione Watt inizia a giganteggiare le pitturato, e con Chappell fa 6-0. Bell tiene botta, ma è ancora Chappell a far riallungare Venzia con 2 triple in fila che valgono il +8. Thompson ed Harrison rialzano la testa, e a metà tempo il punteggio recita 33-28 per i veneti.

Il terzo quarto è di fatto quello che indirizza la partita. Tonut è in gran giornata di grazia e ne mette 5 consecutivi (41-36). Willis con una tripla accorcia al -1, ma è qui che si scatenano i lagunari: Daye e Bramos armano le conclusioni dall'arco e piazzano un break di 13-3 che costringe Vitucci al time out (56-45), ma la scossa non arriva e il quarto si chiude con il massimo vantaggio Venezia. 60-46.

In avvio di ultimo quarto Venezia rallenta, ma Brindisi approfitta poco. Udom e Bell rosicchiano 4 punti (63-53), prima di subire la reazione di Chappell e Watt che segnano il +16 (71-55). Sembra finita, ma Brindisi tiene alto l'orgoglio: parziale di 10-0 nei 3 minuti successivi e partita incredibilmente riaperta (71-65). Nel finale manca lucidità: Harrison forza da 3 per 2 volte e sbaglia, e Venezia chiude la partita dalla lunetta. Finisce 75-67.

Brindisi esce sconfitta ma non senza aver fatto sudare i forti orogranata. Ottima risposta di Bell dopo una Supercoppa così e così, molto positivo anche Derek Willis. Da rivedere le prestazioni di Thompson e Zanelli. 

Prossimo appuntamento contro la Virtus Roma nell'esordio casalingo.

Commenti

Francavilla, Trocini: 'Meritavamo di più...'
RIMONTA FINALE DAL -16 MA LA REYER IMPONE LA SUA FORZA NELL’ESORDIO IN CAMPIONATO