Basket

Happy Casa bella e coraggiosa. A Saragozza cede solo dopo 2 overtime

Simone Silvestro
04.12.2019 21:14

Lotta con un coraggio leonino l'Happy Casa, e a Saragozza è mancato davvero un nulla per fare l'impresa: sono serviti 2 supplementari agli iberici per superare Brindisi, orfana di Banks ma con un cuore grandissimo.

Vitucci sceglie Zanelli in quintetto.

Nel primo quarto la partita si apre con un 4-0 firmato Stone e Thompson, ma l'illusione è subito spenta da Saragozza che in attacco parte in modo pirotecnico: 5 triple nei primi 6 tentativi con un ispiratissimo Brussino e Barreiro: Vitucci deve fermare già il cronometro sul 19-8. Al rientro Saragozza è ancora efficacissima in attacco e il canestro di Radovic vale il massimo vantaggio sul +15. Entra Iannuzzi ed ha un buon impatto, lui e Brown permettono di chiudere il primo quarto a -8 sul 25-17.

Nella seconda frazione Brindisi parte meglio e salgono in cattedra Campogrande e Zanelli. Iannuzzi lancia Martin che schiaccia per il -4 sul quale stavolta sono gli spagnoli a dover fermare il cronometro. La partita sale di giri e i nervi saltano a Brussino per Saragozza e Brown per Brindisi, entrambi puniti con un tecnico. Stone impatta dalla lunetta (37-37), ma i padroni di casa rimettono 4 punti sul finale di periodo. 41-37.

Nella terza frazione Brindisi ritrova il pareggio con Brown. Justize inizia a giganteggiare nel pitturato e ne segna 6 consecutivi intervallati da Thompson e Brown. Due brutte palle perse permettono a Saragozza di  allungare al +9. Martin squote i suoi ma a fine periodo è ancora -8. 59-51.

Nell'ultimo quarto i padroni di casa ritoccano il +9 e sembrano poter chiudere la partita, ma Brindisi c'è: Iannuzzi e Zanelli la riportano a 1 possesso di svantaggio (62-59). Brindisi sbaglia tanti liberi ma anche Saragozza è imprecisa a cronometro fermo e nonostante il +7 a un minuto e mezzo dal termine la partita resta aperta. Stone ne fa 4 consecutivi ed 70-66 a meno di un minuto dalla fine. La pressione a tutto campo vale il recupero di Martin che manda in lunetta Campogrande. Saragozza continua a sbagliare liberi e lascia a Brindisi la palla del pareggio: il jumper di Zanelli vale l'overtime! 71-71

Il supplementare è ancora punto a punto e regala un altro finale di falli sistematici. Stone fa il bello e il cattivo tempo e porta anche Brindisi a 11 secondi dalla vittoria con il canestro del sorpasso. Gli spagnoli affidano l'ultimo attacco ad Ennis che dalla lunetta pareggia ancora: secondo overtime! 81-81

Nel secondo supplementare supplementare Brindisi perde per falli Brown, Martin e Ikangi, ma è ancora un'altalena di emozioni: Ennis (anche con fortuna) si scatena con 2 triple consecutive: il 90-83 sembra lanciare i titoli di coda, e invece Stone in trance agonistica spara 7 punti in pochi secondi che riportano Brindisi nuovamente al -1. Il possesso finale è ancora di Ennis che con i liberi chiude la contesa. L'ultima preghiera di Thompson è corta. Finisce 96-93.

Brindisi resta in corsa per la qualificazione, ma ha da recriminare per diverse decisioni arbitrali discutibili e un paio di occasioni mancate per uccidere la partita. Buone risposte dalla panchina.

Prossimo impegno domenica contro Sassari, dove Brindisi spera di riabbracciare Adrian Banks.

TABELLINI 

CASADEMONT: Justiz 14, Barreiro 6, Seeley 9, Brussino 16, Radovic 12, Alocen 10, Benzing 4, San Miguel, Ennis 21, Hlinason, Krejci, Garcia 4. All.: Fisac.

HAPPY CASA: Brown 12, Martin 10, Zanelli 13, Iannuzzi 10, Gaspardo 3, Campogrande 8, Thompson 10, Stone 27, Ikangi, Cattapan ne. All.: Vitucci.


Commenti

Happy Casa, sfiorata l'impresa a Zaragoza
Il mercato della Gelbison: Arriva un attaccante, partono in tre