Basket

Happy Casa non pervenuta a Istanbul. Sconfitta pesante e qualificazione appesa a un filo.

Simone Silvestro
14.01.2020 20:26

Davvero una brutta partita quella andata in scena a 48 ore dalla bella vittoria di Cantù, con Brindisi che cede le armi prestissimo e si arrende al Besiktas con un passivo pesante di 29 punti che pesa non solo in ottica scontro diretto ma anche per una eventuale classifica avulsa. Per la qualificazione Brindisi deve vicnere le restanti 3 partite, e potrebbe non bastare. 

L'andamento della partita prende da subito una direzione ben precisa, con i turchi che partono decisamente meglio scavando subito il +10 a fine primo quarto. Nel secondo Brindisi non accenna a reagire e Besiktas giganteggia nel pitturato con Djurisic e Savas. A metà partita lo scarto è già impietoso:25 punti!

Il secondo tempo è di fatto solo garbage time, con Brindisi che nonostante possa cercare almeno di difendere il +12 dell'andata, non riesce ad andare oltre il -19. Finisce 96-67.

Male in generale la panchina (Zanelli presente ma ancora fuori condizione), ma sono mancate idee anche dal quintetto. Si è vista semplicemente poca energia, per un doppio impegno che a questo punto della stagione sta diventando sfiancante per una squadra ancora alle prese con acciacchi e in attesa dell'esito degli esami di Dominique Sutton.

Prossimo impegno di campionato domenica 19 alle 17.15 sul parquet del PalaPentassuglia contro la Virtus Roma dell'ex Piero Bucchi.

Commenti

Eccellenza: Corato, ecco il nuovo allenatore
L'ex ds della Virtus Francavilla Fracchiolla riparte da Lecco