Cronaca

Truffe, arrestato avvocato brindisino

22.02.2021 10:45

Ancora guai per il 50enne avvocato brindisino Giuseppe Scuteri, già indagato in passato per altre vicende e arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza.  Questa volta il legale è accusato di aver commesso numerose truffe a danno di diversi soggetti clienti con la complicità della madre Maria Castriotta (sottoposta all’obbligo di dimora). 

Le indagini hanno avuto origine dalle querele formulate da alcune persone che avevano scoperto anomalie nei processi nei quali erano coinvolte. 

Le indagini coordinate dal dal Sost. Procuratore Alfredo Manca, hanno avuto modo di individuare con precisione i contenziosi civili in cui l’avvocato Scuteri avrebbe indebitamente sottratto denaro ai propri clienti “dirottandolo” sul proprio conto corrente, o meglio, su quello della propria madre, per poi prelevarlo e immediatamente spenderlo. Le vittime erano convinte “di aver perso la causa” e quindi di non aver diritto a nessun risarcimento. In realtà, invece, i soldi venivano intascati dal legale. 

In una circostanza Scuteri aveva apposto firme false su un atto transattivo e su 40 cambiali (da 1.000 euro ciascuna) all’insaputa del cliente, in un altro caso aveva falsificato alcuni certificati demografici per occultare l’avvenuto decesso di un suo cliente ed incassare indebitamente oltre € 27.000 che, invece, sarebbero spettati agli eredi. 

É stata accertata – si legge nel dispositivo della procura - una non comune spregiudicatezza e disinvoltura dello Scuteri, che ha agito anche nei periodi in cui il medesimo era stato già sospeso dall’esercizio della professione. 
Le truffe riscontrate finora hanno consentito agli indagati di procurarsi un ingiusto profitto pari a circa 70.000 euro.

Commenti

Scuole Chiuse, insorgono i genitori: "Intervenga il Governo!"
C/C: Tutti i gol della 26a Giornata - Video