Basket

Happy Casa, rimonta epica ma incompiuta in Supercoppa: passa Venezia tra i fischi del PalaFlorio

Simone Silvestro
21.09.2019 23:10

Rimonta coi contorni del romanzo, epica ma incompiuta: in un PalaFlorio gremito di tifosi biancoazzurri il finale premia Venezia dopo una partita dai 3 volti: vinta, persa e infine riaperta e incompiuta.

Brindisi parte bene trovando I primi punti con Brown e il neo arrivato Bogdan Radosavljevic: il primo mini allungo è sul 2 a 9. Venezia è leziosa nelle scelte e regala tanti extrapossessi a Brindisi che può provare al allungare: il break aperto recita un incredibile 19 a 1 per l'Happy Casa che al 13' è addirittura avanti di 22 (6 a 28). Dopo il secondo time out di De Raffaele Venezia rialza la testa e ne mette 6 consecutivi guidata da Watt: il time out stavolta è di Vitucci sul 12 a 28. Il rientro di Brindisi non è granché (segna solo Brown) e Venezia inizia a migliorare le sue percentuali trovando in Watt e Bramos i suoi arcieri principali.
A metà partita il punteggio è 23 a 33 per L'Happy Casa. La partita è apertissima.

Nel terzo quarto apre Filloy con una tripla che vale il - 7. Brindisi stenta a reagire e segna solo 2 punti in oltre 4 minuti. Venezia sente l'odore del sangue e aumenta l'intensità difensiva, mentre dall'altra parte del campo Austin Daye è un killer. Il parziale del terzo periodo dice 31-11 per Venezia.

All'inizio dell'ultimo periodo Bramos scava il più 12, interrotto da Banks. Venezia non sbaglia più nulla e si porta sul più 15. Sembra ormai chiusa, e invece non lo è: capitan Banks suona la carica con 5 punti consecutivi. Il pubblico brindisino ci crede e la squadra risponde ritrovando ritmo in attacco. Venezia inizia a sbagliare qualche conclusione e Brindisi sfrutta i contropiedi, se pur pasticciando un po'.


Sembra incredibile ma a 2' dal termine è tutto riaperto sul - 6. Brindisi risale fino al -1 e il finale è affidato ai falli sistematici. Banks va in lunetta con 8.6 secondi e 3 punti da recuperare. Segna il primo e sbaglia il secondo: sul rimbalzo c'è una palla contesa che va fuori e viene assegnata a Brindisi, ma c'è l'instant replay. Quasi 5 minuti di revisione per i 3 arbitri che alla fine decidono di rivedere la decisione: palla Venezia. La partita finisce qui, con il tecnico a Brown con i nervi ormai fuori controllo. Finisce 78 a 73.

La finale sarà Sassari-Venezia.

Brindisi esce sconfitta a testa alta, mostrando voglia di vincere e grande cuore, ma ancora poca maturità nella gestione della partita.
Gli applausi del proprio pubblico sono tutti meritati.

Commenti

JUNIORES NAZIONALI: BRINDISI-TARANTO 0-1
SUPERCOPPA 2019: HAPPY CASA, UNA PARTENZA SPRINT NON BASTA. VENEZIA IN FINALE