Basket

Happy Casa, Nando Marino:"La coppa va onorata fino in fondo. La crescita passa anche da questo"

Simone Silvestro
22.01.2020 10:46

Con la vittoria sul PAOK di Salonicco l'Happy Casa Brindisi mantiene vive le speranze di qualificazione alle Final 16 di Basketball Champions League. Non sarà padrona del proprio destino, ma resta in corsa per un posto.

Al termine della partita il presidente Nando Marino ha parlato ai microfoni di radio Ciccio Riccio:

"Siamo una squadra che non muore mai, sto perdendo tanti anni di vita in questi finali da brivido. Sono contento di aver visto una bella prova da parte di tutta la panchina: Campogrande che era stato un po' in ombra nelle ultime partite e il rientro di Zanelli che fino a oggi pomeriggio (ieri, ndr) sembrava fosse ancora fuori, e invece ha giocato e ha fatto una super partita. E' veramente un peccato che i risultati degli altri campi non ci aiutino, perché stiamo affrontando la coppa molto bene e meriteremmo di avere più chance di qualificazione. Pesano i punti persi a Saragozza e anche all'andata con lo stesso PAOK."

In seguito il presidente è passato a spiegare l'importanza della partecipazione alla coppa europea. 

"Continueremo comunque a lottare per la qualificazione fino all'ultima fiammella di speranza, e ci tengo a sottolinearlo perché fare bene la coppa fa parte della cresciata di un sodalizio per come lo vogliamo intendere. Al pari della costruzione del nuovo palazzetto, è una cosa che ci consolida come società, ci rende più appetibili per gli sponsor, e ci permette anche di firmare giocatori più importanti a ingaggi meno onerosi, perché i giocatori sono attratti dalla possibilità di giocare una coppa europea, e questa è una carta a nostro favore. Per questo al di là di come finirà quest'anno non escludiamo una nuova partecipazione anche nei prossimi anni."

Si tratta di parole molto significative, che probabilmente mirano anche a sensibilizzare quella parte di pubblico che, in maniera più o meno celata, dimostra di non tenere molto alla continuazione del percorso europeo, timorosa del fatto che tra infortuni e stanchezza possa compromettere un percorso in campionato che, nonostante tutto, ci vede oggi ancora al quarto posto alla pari con l'Olimpia Milano. 

Commenti

Happy Casa, Vitucci:"Giocato di squadra contro un avversario forte"
Brindisi, Touré: 'I gol? Ho bisogno di sbloccarmi ma adesso siamo in fiducia'