Basket

Basket, Marsigliese nei palazzetti: le tifoserie (compresa Brindisi) insorgono

Simone Silvestro
18.04.2019 18:21

Nella giornata di ieri (17/04), la legabasket LBA in concordanza con la FIP ha deliberato l'esecuzione dell'inno francese nel prepartita di ogni incontro di serie A, A2 e B come segno di solidarietà nei confronti del popolo francese in seguito all'incendio occorso alla cattedrale di Notre Dame. 

La decisione non è piaciuta a molte tifoserie, la maggior parte delle quali si sta organizzando per manifestare il proprio dissenso nei confronti di un gesto ritenuto quasi all'unanimità futile, esagerato e, secondo alcuni, anche infarcito di sudditanza. Una delle maggiori contro argomentazioni è data dal fatto che l'evento, per quanto drammatico, non ha causato vittime a differenza di tante altre calamità, naturali o meno, che hanno coinvolto l'Italia in prima persona e che non sono stati commemorate allo stesso modo nemmeno negli stessi confini nazionali.

Ad iniziare con le azioni concrete è stato il tifo organizzato Pesarese, che ha invitato il pubblico di casa a girarsi di spalle durante l'esecuzione della Marsigliese e recarsi al palazzo con i tricolori, da sventolare durante l'esecuzione.
Fanno eco gli Eagles, tifo organizzato di Cantù, che invece entrerà al palaDesio solo dopo l'esecuzione dell'inno francese. 
Ancora più crudo è il commento del tifo organizzato di Milano, che diffonse un perentorio "A noi di Notre Dame non ce ne frega un..."
Gli "Irriducibili" della Leonessa Brescia si unisce alla protesta invitando i suoi tifosi ad intonare l'inno di Mameli non appena concluso quella francese.

Anche altre tifoserie di A2 come Mantova e Treviso si stanno mobilitando per la protesta, e non abbiamo dubbi che nella giornata di domani si accoderanno tante altre.

Nel pomeriggio è arrivata anche la presa di posizione ufficiale della curva brindisina, che ha rilasciato un comunicato che riportiamo per intero.

La "Curva Sud Brindisi" non condivide la scelta della "FIP di far eseguire l'inno nazionale francese prima del prossimo turno di campionato.
Pur essendo dispiaciuti per quanto accaduto alla cattedrale di "Notre Dame" che, per fortuna, non ha prodotte vittime,
riteniamo tale scelta " IRRISPETTOSA verso le tante tragedie consumatesi nel nostro Paese e che non hanno "MAI" incontrato la stessa " SENSIBILITA'".
Non fischieremo l'inno transalpino ma chiediamo ai nostri tifosi presenti sabato a Cremona di entrare solo al termine di questo, intonando l'inno di "Mameli"

CURVA SUD BRINDISI BASKET
 "

Immaginiamo che non sarà una giornata facile da gestire nè per gli arbitri nè per la Federazione, che ha preso una decisione che potrebbe rivelarsi un vero boomerang.foto Tasco, www.newbasketbrindisi.it

Commenti

DIRETTA TV STUDIO 100: GUARDA PICERNO - TARANTO. AGGREDITI CALCIATORI
La Virtus Francavilla: 'Complimenti al Bari, impreziosirà la C'