Basket

BCL: Happy Casa imperfetta ma vogliosa. Battuto il Darussafaka ed è di nuovo in corsa qualificazione.

16.11.2021 21:18

Soffre e rischia più volte di sciupare l'occasione, ma stavolta l'Happy Casa resiste e batte per 82-73 i turchi del Darussafaka nel quarto incontro del girone di Basketball Champions League, grazie a un maiuscolo Adrian e un finalmente decisivo Josh Perkins.

Vittoria e scontro diretto ribaltato dopo il -6 dell'andata. 
Brindisi, in ottica play-in, torna in corsa qualificazione.

LA PARTITA

La partita si apre con un botta e risposta che dura quasi metà primo quarto. Gli errori, tanti e grossolani, ci sono da una parte e dall'altra con airball e palle perse clamorose. Il primo minibreak è dei turchi, con Boothe che segna il 5-10 in lunetta; Brindisi piazza un bel parziale di 17-6 e chiude il primo quarto avanti 22-16.

Nel secondo quarto i biancoazzurri aprono con una tripla di capitan Zanelli che regala il +9 (25-16), ma è uno strappo estemporaneo. McCullough è caldissimo e piazza ben 3 bombe nel solo secondo periodo. Boothe fa 13-3 di parziale e il Darussafaka va avanti sul 28-29, e lo scarto non è più ampio solo grazie al 0/4 dei turchi a cronometro fermo. E' Jeremy Chappell a risvegliare l'attacco di Brindisi, con la bomba del controsorpasso. Verso la fine del quarto Brindisi pasticcia e perde diversi palloni, concedendo ai biancoverdi addirittura il +5. Ci mette una pezza Clark con la bomba sulla sirena, rimediando alla sua persa precedente: a metà tempo il parziale è 41-43. 

La ripresa si apre con la tripla di Josh Perkins, che restituice a Brindisi il vantaggio sul 44-43. Nick Perkins segna anche il +5, ma proprio nel miglior momento di Brindisi concede un antisportivo che interrompe il parziale. Brindisi tocca comunque il +10 grazie ai punti di un grande Adrian e la bomba di Josh Perkins. Solo l'imprecisione in lunetta non concede ai biancoazzurri uno scarto ancora più ampio a fine terzo quarto: 61-51.

Sembra quasi fatta, ma i turchi hanno altri piani: 5-0 firmato Boothe e Pineiro, e Vitucci ferma la partita. Cupain segna i punti del -3 (66-63), ma cresce la difesa di Brindisi. Adrian e Zanelli confezionano un 5-0 che riporta i padroni di casa sul +8 (71-63). Gaspardo in contropiede potrebbe regalare il +10, ma lo 0 su 2 in lunetta rischia di essere fatale: McCullough, sfruttando anche un gran recupero sulla zone press, ne fa 4 di fila, riportando Darussafaka al - 4 (73-69). Il libero supplementare, per fortuna, non è concretizzato, e allora ci pensa Josh Perkins: gioco da 3 punti e 2 su 2 in lunetta che chiude la partita. Lo scarto finale è ritoccato da Udom.

Finisce 82-73, e Brindisi, con fatica e con voglia, torna in corsa qualificazione.

IL TABELLINO

Josh Perkins 16, Adrian 15, Nick Perkins 13, Zanelli 8, Gaspardo 8, Chappell 7, Udom 6, Clark 5, Visconti 4, Carter.

Commenti

Virtus Francavilla, Magrì è una furia: "Assurdo e ingiusto il trattamento riservato al nostro allenatore"
I nostri consigli per la 13a giornata: portieri