Basket

Focus Happy Casa: cosa aspettarsi da Raphael Gaspardo

Simone Silvestro
05.07.2019 11:44

foto www.pallacanestroreggiana.itRaphael Gaspardo è un’ala forte di 207 cm per 100 kg. Occuperà lo slot di cambio del 4 . L’essere dotato di una buona mobilità per il suo ruolo gli permette di essere adattato sia da centro sia da ala piccola.

Per la sua stazza è un giocatore abbastanza rapido nella corsa, se pur non particolarmente nella partenza in palleggio. Possiede buona tecnica e un buon atletismo che gli permette di essere un giocatore pericoloso in contropiede; discreta la sua mano da media e lunga distanza, caratteristica con cui può aprire il campo quando gioca da lungo (in carriera ha tirato mediamente con il 30% da oltre l’arco). Non uno specialista della difesa, ha comunque il fisico per tenere i pari ruolo ed i 3, mentre è meno efficace difensivamente sui centri. Buon inseguitore invece nelle transizioni difensive.

Nella sua miglior stagione in serie A a Pistoia (2017-2018) ha segnato oltre 10 punti a partita, segnando anche un carrier high di 23 punti contro Venezia ed entrando più o meno regolarmente nel giro della nazionale di Meo Sacchetti nelle finestre di qualificazione.

Basandosi esclusivamente sui commenti di alcuni tifosi, il suo principale difetto sembra essere un po’ di scarsa cattiveria agonistica, ma se ci si basa sulla sola (brutta) stagione di Reggio Emilia il tutto diventa molto aleatorio.

Come Zanelli e Wojciechowski, anche Raphael è un prodotto del vivaio della Benetton Treviso, ed un elemento quindi che Vitucci ha già avuto modo di conoscere. Inserito nel contesto giusto e con un ruolo ben cucitogli addosso potrà sicuramente esprimere il meglio del suo repertorio che è tutt’altro che povero.

di seguito qualche Highlights risalente alla stagione 2018-2018

Commenti

Serie D, ecco gli orari delle gare
Barletta, titolo nelle mani nel sindaco