Basket

Happy Casa lotta a testa alta ma esce sconfitta. Apprensione per Harrison.

Simone Silvestro
27.01.2021 21:20

Brindisi, già qualificata, esce sconfitta in casa da un incontro senza esclusione di colpi nell'ultima giornata del girone di Champions League, che vede trionfare Burgos per 86-90. Preoccupano le condizioni di Harrison, uscito a braccia nel secondo quarto dopo un contrasto di gioco.

LA PARTITA

Burgos parte bene con una tripla di Barrera e una circolazione di palla che si dimostra subito efficace con ottime percentuali. Willis e Visconti da 3 segnano il primo sorpasso Brindisi (7-5), ma è Salash a rimettere davanti gli spagnoli ancora da 3. Rabasseda segna per il primo allungo (9-13), prima che salga in cattedra Perkins: 5 consecutivi dell'americano e un'altra tripla di Willis rimettono davanti i padroni di casa sul 17-15. Il primo quarto, dopo i primi punti di Harrison, si chiude 23-20.

Nella seconda frazione Burgos rientra meglio: sorpasso con la tripla sul 26-27, mentre Brindisi si inceppa e spreca diversi canestri facili. Infante segna la tripla del +4 (32-36), ed arriva il time out di Vitucci. L'unico a trovare i punti dopo il timeout è però Perkins con un gioco da 3 punti. Nel finale di tempo però Brindisi trema: in un contrasto di gioco D'Angelo Harrison si accascia a terra urlando e toccandosi il ginocchio sinistro. Esce dal campo zoppicando tra gli applausi dei pochi presenti al PalaPentassuglia, ma mandando Brindisi in comprensibile apprensione. 35-41 a metà partita.

In apertura di ripresa Brindisi si riavvicina con il canestro di Thompson (39-41), ma le percentuali degli spagnoli non accennano a dimininuire: Salash, prima con la tripla e poi con il gioco 2+1, scrive 41-49. Arriva finalmente la reazione di Brindisi con 6 consecutivi di un ottimo Visconti e una fiammata di un finalmente pimpante Bell: tripla e rubata per la schiacciata del 52-51. Il timeout stavolta è per gli spagnoli. Si segna ora a ritmo serratissimo: Burgos ripassa davanti e chiude il quarto sul 62-66.

Inizia l'ultimo quarto e gli spagnoli provano a scappare: tripla del +12 di Benite, ma arriva il momento di Zanelli: 3 triple nel solo ultimo quarto riportano Brindisi sul -6 (72-78). Perkins e Gaspardo ritoccano ancora lo svantaggio riavvicinandola -2. Proprio quando Brindisi sembra poter ritrovare il vantaggio è ancora Salash a piazzare la tripla che riallontana i biancoazzurri. La bomba del +8 di Cook potrebbe tagliare le gambe definitivamente, e invece Thompson e Zanelli non alzano bandiera bianca e con due bombe di fila costringono Burgos a un finale di falli sitematici. Dalla lunetta gli spagnoli non tremano, e con più fatica del previsto portano a casa la vittoria e il primo posto.

Brindisi può essere complessivamente soddisfatta della prestazione, ma resta in apprensione per le condizioni di Harrison. La prima diagnosi è di un iperestensione del ginocchio sinistro, ma saranno solo gli esami strumentali a stabilire l'entità dell'infortunio.

Brindisi tornerà in campo lunedì sera nel posticipo della seconda di ritorno contro Reggio Emilia.

Commenti

Bollettino Covid Puglia: Ancora alti i contagi...
C/C: Bari, è fatta per l'attaccante